Finché l'Opera non sia compiuta

Editore: FERMENTO 2008
Pagine: 368
Prezzo: € 16,00



 LEGGI IL PROLOGO
 RASSEGNA STAMPA
 TORNA AI LIBRI

Finché l'Opera non sia compiuta

Magia, alchimia, astrologia. Amore, passione, morte. Nelle viscere del pensiero in una spietata autopsia che l'operatore compie in corpore vivo, all'interno della sua stessa anima. Il Settecento della rivoluzione dell'uomo, aspro sotto la vernice della più raffinata eleganza, il coraggioso, eroico, Secolo dei Lumi.
La sera del 24 settembre 1786 Pietro, un uomo di quarantanove anni, si chiude nel suo studio pronto a narrare la propria vita, dalla nascita fino alla morte che arriverà alla fine di quella stessa notte, all'alba del 25. Perché egli vivrà la sua morte.
Le immagini scorrono, i personaggi riprendono vita, i luoghi, lo spazio e il tempo, tutto avviene di nuovo.
Per trenta capitoli narra di sé. Poi ne aggiunge altri tre su Pierre, un altro personaggio che nasce esattamente nel momento della sua morte.
Una sorte misteriosa li unisce nel compimento della Grande Opera: il primo compie l'opera al nero e il secondo l'opera al bianco. Chi dovrà unirsi a loro per completare l'immane impresa compiendo la conclusiva opera al rosso? Ecco allora che un giorno il narratore si affaccia alla coscienza di un suo omonimo nato esattamente duecento anni dopo di lui e, parola per parola, gli detta il prologo, i trentatre capitoli e l'epilogo così come li ha scritti in quella notte magica. Lo investe quindi del difficile adempimento finale… finché l'Opera non sia compiuta. E il Pietro di oggi scrive, praticamente sotto dettatura, e si impegna al compimento, perché è vero: c'è un filo che lo unisce sia a Pietro che a Pierre.
Avventure, esperienze occulte, sentimenti forti, decisioni terribili, piaceri, sofferenze, amore, cinismo, prepotenza sfrontata, passione, coraggio, magia e studi misteriosi. È l'opera al nero, lunga, aspra, dolorosa, crudele. Consapevole.
Eroismo e sentimenti puri, ingenuità perfino, teneri affetti, accettazione del proprio destino, quasi inconsapevole, con abbandono. È l'opera al bianco, breve, e che inevitabilmente si conclude con il sacrificio di sé.
Silenzio, tremende difficoltà nel percorso, rischio di fallire miseramente. È l'opera al rosso che chi compie non scrive e neppure ne accenna. Ma se l'Opera sarà compiuta tutto sarà giusto e perfetto, nulla sarà avvenuto invano.
Che dire di più di questo libro? Che può essere letto anche come un bel romanzo d'avventure e d'amore. Come la vita, d'altronde.


Clicca per ingrandireIl 2 dicembre presso la Libreria Croce a Roma, c'è stata la presentazione ufficiale dell'ultimo libro
"Finché l'Opera non sia compiuta"
ed è stato un successo grazie anche a voi. Nella foto con l'autore, il relatore Dottor Carlo Orichuia, Direttore del Mensile "Numeri Uno TV".

HOME | L'AUTORE | I LIBRI | RASSEGNA STAMPA | I VOSTRI COMMENTI | SCAMBI DI IDEE | CONTATTI  
Canale Youtube di Pietro Borromeo
Sostieni Amnesty International www.pietroborromeo.it    -   Copyright © MMVIII   -   Powered by LNET Visite :